Serena Giannini ne Il centrodestra siamo noi a sostegno di Simone Caffaz “Corsi di ogni sport nelle scuole accessibili a tutti”



Da combattere su tatami e ring della penisola a farlo per portare Simone Caffaz sulla poltrona di sindaco di Carrara. E’ il percorso di Serena Giannini che si candida ne Il centrodestra siamo noi, la lista organizzata e coordinata da Riccardo Bruschi sotto la supervisione di Maurizio Lorenzoni che si presenta alle prossime elezioni comunali del 12 giugno. “La nostra è una lista civica con un peso politico ben definito all’interno della coalizione – comincia Giannini – rappresenta quella parte del centrodestra da cui Simone Caffaz merita appoggio e lealtà”. Serena ha avuto una carriera ad alti livelli nelle arti marziali e nelle specialità di difesa personale, cominciata col karate,  allenata dal Maestro Alessandro Ferrari, raggiungendo più volte il podio nei campionati regionali e vincendo numerosi trofei e proseguita con  il krav maga, arte marziale di origine israeliana adottata dalle forze di difesa dell esercito israeliano. Prima atleta apuana a combattere nella specialità delle arti marziali miste, ha partecipato a numerosi stage in tutta Italia, frequentando e terminando il corso speciale Safe donna sistema di auto difesa femminile. “La mia totale fiducia sulla candidatura di Simone Caffaz – precisa Giannini- è fuori discussione avendolo sostenuto anche in passato”. 

I suoi trascorsi da atleta agonista e il suo presente da mamma concentrano il suo interesse su quella parte del programma riguardante sport e scuola. “Reputo che la pratica dello sport in generale – dice Giannini – sia una palestra fondamentale non solo per il fisico ma anche per la mente. Significa indirizzare fin da subito ai concetti di  sacrificio, rispetto e disciplina. Mi piacerebbe che l’amministrazione guidata da Simone ponesse il tema dello sport centrale e connesso alla scuola e alla socialità, incentivando e spronando i bambini e i ragazzi di oggi a praticare attività sportiva in spazi di aggregazione sociale”.”

“Sono sicura della sensibilità di Simone Caffaz – prosegue Giannini –  verso il tema della collaborazione con le scuole perché, attraverso un dialogo con i docenti, vengano organizzati più corsi accessibili per tutti in palestre, piscine, spazi riammodernati e fruibili per l’importantissima funzione che lo sport ha per il benessere e per tenere bambini e ragazzi lontani e fuori dai pericoli della vita di oggi”

“Mi piace sottolineare anche il programma sulla sicurezza – conclude Giannini – che ha come punti forti la videosorveglianza e la partecipazione attiva del cittadino nella segnalazione di pericoli e nella prevenzione della microcriminalità. Alla base di ogni ipotesi di rilancio e sviluppo le persone devono sentirsi sicure e tranquille”