Matteo Salvini a Marina di Carrara per Simone Caffaz “Unico cambiamento vero per la città”



Il leader nazionale della Lega Matteo Salvini si è fermato a Marina di Carrara per la campagna elettorale di Simone Caffaz che si candida sindaco alle elezioni comunali di Carrara dell’ormai vicinissimo 12 giugno.

Accolto da un bagno di folla (e dal lungo e successivo rito di selfie e autografi) Salvini è intervenuto per ultimo sul palco allestito per l’occasione. “La Lega è attiva – ha iniziato – con proposte di buon senso per migliorare la vita agli italiani a cominciare dai nostri ragazzi. Stiamo cercando di fare capire al ministro Speranza che qualcosa non va se in classe gli studenti devono ancora mettere la mascherina mentre non ci vuole se si va in centomila al concerto di Vasco Rossi o a San Siro per lo scudetto del Milan”

“C’è poi un’emergenza – ha continuato Salvini – che è quella del lavoro, lavoro e ancora lavoro. Adeguare stipendi e pensioni al costo della vita. Aiutare le imprese ad assumere, non incentivare col reddito di cittadinanza forme di lavoro irregolare. E poi e soprattutto la pace che serve adesso per non vedere ulteriormente aumentare il prezzo di carburante, luce e gas”

“Entro il 31 dicembre – ha proseguito Salvini – dobbiamo intervenire affinché non rientri in vigore la legge Fornero. Significherebbe tenere al lavoro fino a 67 anni impedendone l’ingresso ai giovani. La Lega è attiva sui problemi dei cittadini mentre la sinistra sta a pensare allo ius soli e al ddl Zan”

“Stiamo anche chiedendo al presidente Draghi – ha insistito Salvini – la pace fiscale con la rottamazione di cartelle esattoriali che arriverebbero a 16 milioni di italiani. Dopo due anni di pandemia e con una guerra in corso significa mettere definitivamente in ginocchio famiglie e imprese”

“Denuncio poi – si è infervorato Salvini – la vigliacca operazione di censura da parte di TV e giornali sui referendum sulla giustizia del 12 giugno. La Lega voterà 5 si perché in Italia non succeda per esempio che da ministro dell’interno devo subire un processo domani a Milano perché con una nave Carola Rackete entrò in porto contravvenendo un divieto e speronando una motovedetta. Mi chiedo cosa succederebbe se un italiano in Germania facesse la stessa cosa”

“Mentre viaggiavo dall’Umbria per arrivare qui – ha concluso Salvini rivolgendosi a Simone Caffaz – mi sono letto tutto il tuo programma per Carrara. Un programma che mette al centro il lavoro e i giovani, lla salvaguardia della salute, lo sviluppo e la sicurezza attraverso la videosorveglianza. Dove governa la Lega le telecamere proteggono i cittadini per bene. La Lega ha fatto una scelta su Simone Caffaz perché lo riteniamo persona competente e profondamente innamorato della sua città. Il voto di Carrara sarà una sorpresa a livello nazionale, il centrodestra può levare la città alla sinistra che l’ha amministrata male per decenni ed alla decrescita felice dei 5 stelle. E il solo centrodestra che può vincere è quello di Simone Caffaz”

Insieme a Matteo Salvini, erano presenti per la Lega un europarlamentare, Susanna Ceccardi, una senatrice, Tiziana Nisini sottosegretaria al ministero del lavoro, un deputato, Mario Lolini, commissario regionale della Lega, un consigliere regionale, Marco Landi, e il sindaco di Montecatini Terme Luca Baroncini. A fare gli onori di casa il commissario provinciale della Lega, e capolista alle elezioni comunali del 12 giugno, Nicola Pieruccini.

“Col vicepresidente del Senato Roberto Calderoli – ha detto Tiziana Nisini- stiamo da una settimana attuando lo sciopero della fame per denunciare la totale assenza di informazione da parte di TV e giornali sui referendum per la giustizia.ppo Noi voteremo 5 si per far si che tutti, cittadini e politici, siano più tutelati e abbiamo finalmente procedimenti più rapidi in linea coi tempi nel resto d’Europa. Per quanto riguarda Carrara, nel 2015 sono stata assessore ad Arezzo con la Lega e la guida a centrodestra è stata confermata nel 2020. Segno che il PD e la sinistra anche in Toscana sono visti come lontani dalle esigenze delle persone e tesi a difendere solo interessi corporativi e clientelari. Con Simone Caffaz anche Carrara ha la grande occasione per cambiare e rimettere al centro sviluppo e crescita”

Anche Luca Baroncini sindaco di Montecatini Terme. “La Lega in Toscana ormai è una realtà – ha detto – dove governiamo come in cinque capoluoghi di provincia ed in altre realtà importanti come la mia governiamo bene mettendo al primo posto l’ascolto e l’interesse dei cittadini. Cosa che PD e sinistra hanno da tempo smesso di fare curando solo i loro di interessi. È ora del cambiamento anche a Carrara con Simone Caffaz”.

E’ intervenuto anche ovviamente il candidato sindaco Simone Caffaz. “Siamo arrivati quasi in fondo ad una lunga cavalcata – ha detto – che ha visto moltissimi carraresi avvicinarsi al nostro progetto che non sarebbe stato possibile se la Lega partito straordinario non avesse anteposto gli interessi della città a quelli di partito. La sfida è tra noi che rappresentiamo l’unico cambiamento e l’elite e la nomenclatura che ha governato Carrara da oltre 60 anni rubando il futuro ai nostri figli. E’ uscita un’inchiesta del Sole 24 ore che evidenzia come Carrara sia al sestultimo posto in Italia per quanto riguarda gli indici della qualità della vita per i giovani nella fascia dai 15 ai 35 anni e al penultimo per gli over 65. E’ il risultato di 60 anni di pessima amministrazione che domenica prossima e poi al ballottaggio abbiamo l’occasione di mettere definitivamente da parte per dare un futuro ai nostri figli nella nostra meravigliosa città”