Lino Bertozzi con Simone Caffaz ne Il centrodestra siamo noi “L’arredo urbano qualifica una città”



“Non amo le chiacchiere e sono abituato ai fatti concreti. Non mi vedrete mai in cattedra ma solo al servizio della collettività e puntare su valore, meritocrazia, rispetto, correttezza, lealtà. In Simone Caffaz ho riscontrato questi presupposti e ho deciso di sostenerlo”

Sono le prime parole di Lino Bertozzi che si candida nella lista Il centrodestra siamo noi. Ha avuto per oltre 40 anni un’attività di florivivaismo sull’Aurelia zona Fossone e proprio in questo settore ha dei progetti. “La manutenzione delle aree verdi – sostiene – non deve essere affidata ad una sola ditta ma gli appalti devono essere assegnati a rotazione ad aziende del luogo comprese le cooperative sociali, ed i lavori devono essere eseguiti in modo perfetto perché l’arredo urbano è uno dei punti qualificanti per una città. Carrara poi deve caratterizzarsi come città del marmo percui siamo conosciuti in tutto il mondo percui il marmo dovrebbe essere presente in tutto il territorio a partire dall’uscita dell’autostrada magari rappresentando figure della storia italiana”.

Insieme al padre Vanni Bertozzi, giornalista e scrittore (“Abbiamo conosciuto Caffaz quando ridiede vita a Teletoscananord”) guida un comitato per il ripristino delll’Oratorio San Rocco di Merizzo a Bagnone oltre ad essere molto attivo nel sociale e nel volontariato. “Anche sotto questo aspetto – conclude Bertozzi – c’è da fare molto. Non c’è percezione di quanti anziani, disabili, malati nel nostro Comune abbiano bisogno di aiuto e soprattutto di spazi e strutture dove possano esprimere la loro socialità seguiti da persone esperte e preparate e non sentirsi abbandonati”