Iniziative speciali

Una grande Cooperativa sociale
L’amministrazione promuoverà e sosterrà (assegnando commesse) la nascita di una cooperativa sociale i cui soci saranno concittadini in stato di bisogno: disagio economico e occupazionale, necessità di inclusione sociale dovute a percorsi di uscita dalla dipendenza e di rinserimento nella società. Questa struttura si caratterizzerà anche per gli incisivi progetti di recupero e riqualificazione professionale dei soci in sinergia con le imprese e il terzo settore cittadino.

La cooperativa avrà una triplice missione:

  1.            Collaborare con l’amministrazione comunale, con le aziende partecipate dal comune e con le aziende private.
  2.            Garantire presidio e presenza sul territorio, nei quartieri, nei paesi e nelle frazioni. Segnalare all’amministrazione e dunque provvedere alle piccole-grandi manutenzioni di cui la città ha fame: pulizia, verde pubblico e altre esigenze di prossimità.
  3. Reintrodurre nel mondo del lavoro quelle persone che ne sono uscite o che fanno fatica a trovare in prima battuta la fiducia di un datore di lavoro.

Una Nuova Fiera
Come tutte le aziende pubbliche partecipate dal Comune, anche Internazionale Marmi Macchine – Carrara Fiere ha dimostrato nel tempo scarsa efficacia nella gestione e mancanza di visione e progettualità. Il che si è tradotto in un pesante deficit e nella progressiva dismissione delle proprie quote o nel disinteresse da parte degli altri soci.

E’ quindi necessario rilanciarla:

  •            Differenziando la funzionalità della struttura, trasformandola in un centro polivalente.
  •            Organizzando una mostra permanente dedicata al marmo: uno show room per quelle aziende che non ne dispongono di uno al piano, con sezioni dedicate al design e all’architettura.
  • Investendo maggiormente anche in manifestazioni non fieristiche (sport e

stili di vita).

  • Cercando sinergie con altri enti espositivi italiani.
  •            Investendo nel marketing rivolto a nuovi segmenti di mercato – come gli eSport – anche con accordi con grandi brand internazionali in cerca di spazi e vogliosi di associare la propria iniziativa alla bellezza del marmo.

Politeama

Il Politeama “Giuseppe Verdi” è oggi il più atroce sfregio al volto di Carrara. Uno dei teatri più grandi e prestigiosi della Toscana, è stata la location di eventi teatrali e lirici che hanno fatto la storia dello spettacolo italiano e di importanti trasmissioni Rai. Da tre lustri la struttura è chiusa a causa di gravi problematiche strutturali e di un successivo sequestro da parte della magistratura. Considerato che, nel giro di qualche mese, l’iter processuale potrebbe evolvere nel dissequestro della struttura, ma che questo non significherà affatto che i cittadini potranno riavere il proprio teatro, la coalizione che sostiene Simone Caffaz intende trovare la soluzione per ridare alla città il Politema:

  • In primis la nuova amministrazione ne verificherà le condizioni di sicurezza e stabilità perché non si debbano piangere altri crolli.
  • Libererà dalle auto piazza Matteotti e verificherà come ripristinare le uscite di sicurezza e le vie di fuga del teatro attraverso accordi con le proprietà limitrofe
  • Vaglierà la possibilità di acquisire la proprietà diretta del teatro per poi individuare i finanziamenti necessari alla sua riapertura.
  • Promuoverà una Fondazione formata da enti, aziende e privati cittadini che possa affiancare l’amministrazione nella realizzazione di progetti del teatro.

Il Porto

Sostenere il porto di Marina per aiutarlo a confermarsi nella sua crescita e diventare sempre più riferimento di aziende italiane ed estere.

  •            Supportare l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale nei piani per accrescerne l’efficienza logistica delle merci, riducendo l’impatto ambientale e promuovendo l’occupazione: elettrificazione banchine e potenziamento del traffico su rotaia.
  • Sostenerne inoltre la vocazione crocieristica.
  •            Salvaguardare le aree destinate alla nautica sportiva e da diporto, al rimessaggio e alla nostra marineria dedicata alla pesca.

“Hey, tu. Esci fuori”

Per responsabilità da dividere equamente tra giovani e adulti, tra istituzioni e famiglie, molti ragazzi anche di Carrara oggi non sono impegnati né nello studio (e nella formazione) né nel lavoro; i cosiddetti NEET.

La nostra amministrazione si impegna ad aumentare gli spazi di socializzazione per giovani e a promuovere un buon uso del tempo libero fuori dalle mura domestiche.

In sinergia con le scuole secondarie, con le parrocchie, con le palestre, società e associazioni di promozione sportiva, la nostra amministrazione:

  1. Stilerà un calendario di attività rivolte a gruppi di ragazzi in ogni frazione del territorio comunale.
  2. Accompagnerà la crescita di questi gruppi di giovani allo scopo di assegnare loro in autogestione spazi fisici di aggregazione.
  3. Realizzerà un bando per finanziare eventi, manifestazioni e iniziative pensate e progettate da questi gruppi di ragazzi.

Clicca qui per scaricare il programma completo