Carrara in Salute

Come avvenuto per molti servizi pubblici, anche nella sanità le politiche della Regione e delle amministrazioni locali che si sono susseguite negli anni, hanno allontanato i servizi dai cittadini e dai territori, accentrandoli e delegandoli interamente all’interno dell’ospedale. Anche la pandemia da Covid-19 ha dimostrato che occorre invertire questa tendenza, ovvero potenziare i servizi territoriali e dunque tornare ad una sanità distrettuale. E’ necessario adottare politiche efficaci ai bisogni di salute dei cittadini e considerare le città come promotrici di salute grazie a prevenzione e benessere. Anche la salute animale sarà oggetto di attenzione dell’amministrazione Caffaz.
I punti programmatici che seguono sono stati raccolti direttamente dai cittadini durante    il nostro itinerario di ascolto in ogni angolo della città. Interrogati sulle necessità e le urgenze, i cittadini hanno messo quasi sempre al primo posto la salute. Perciò, pur consapevoli che molte delle istanze che qui elenchiamo non sono di diretta competenza dell’amministrazione comunale, la coalizione che sostiene la candidatura di Simone Caffaz si farà parte attiva in tutte le sedi in cui si affronteranno tali tematiche.

LE NECESSITÀ DELLA CITTÀ:

  1.            Un “Primo Soccorso”, cioè un luogo di primo soccorso in grado di fornire una risposta immediata, e vicina, a disturbi improvvisi e di non grave entità. Tale struttura dovrà essere creata all’interno del Monoblocco, nei locali dell’ex Pronto Soccorso.
  2.            Creazione di un ospedale di comunità, cioè di una struttura sanitaria di ricovero per le cure intermedie.
  3.            Creazione di una Casa della Salute ad Avenza, incorporando tutti i servizi esistenti e attualmente presenti nella sede di via G. Pietro nell’ex Scuola L. Da Vinci.
  4.            Potenziamento delle case della salute presenti in città, ovvero incremento e potenziamento dei servizi presenti a livello territoriale.
  5.            Creazione presso il Monoblocco di una casa della salute di tipo complesso, operativa 24/24 ore 7 giorni su 7, come previsto dal Pal.
  6. Sollecitare una riduzione delle liste d’attesa per le prestazioni sanitarie.
  7. Apertura della struttura di Fossone destinandola a RSA.
  8. Potenziamento dell’Assistenza Domiciliare Integrata.
  9. Trasferimento della scuola infermieri a Carrara.
  10.            Incremento del numero dei medici di famiglia, rapida sostituzione di quelli pensionati e utilizzo degli stessi, in caso di disponibilità, per un numero limitato di pazienti e incremento, in generale, di tutti i medici e profesionisti socio-sanitari di cui c’è particolare bisogno.
  11. Trasferimento della risonanza magnetica presso il Monoblocco.
  12.            In sinergia con la USL Nordovest Toscana e i veterinari privati di Carrara attivare un servizio di Pronto soccorso veterinario per animali d’affezione fruibile anche da persone a basso reddito attraverso voucher comunali e convenzioni specifiche.

Clicca qui per scaricare il programma completo